venerdì, Dicembre 29

Vuoi mettere le zanzariere a casa tua? Bene, lo Stato ti da dei soldi: ecco i requisiti

Con l’arrivo delle belle giornate hai voglia di aprire le finestre ma hai paura che entrino gli insetti? Con le zanzariere ciò non accadrà.

Per l’installazione di questo particolare oggetto, è presente un bonus messo a disposizione dal governo. Infatti, il bonus zanzariere è valido anche per il 2023 e prevede una detrazione del 50% sulle spese sostenute.

Come funziona il bonus per installare la zanzariera
Installare la zanzariera con un bonus- Ilovetrading.it

Non è un bonus specifico per le zanzariere ma all’interno delle agevolazioni per la casa, è possibile far rientrare anche questo tipo di spesa con la detrazione del 50%. La richiesta può essere fatta solo con determinati requisiti e su un importo massimo di 60.000 euro. Tale beneficio è stato prorogato fino al 31 Dicembre del 2024. Questa detrazione consente di recuperare la metà delle spese, in 10 rate annuali di pari importo ed inserita nella dichiarazione dei redditi dei prossimi 10 anni. Vediamo come funziona e chi può richiedere il bonus per le zanzariere.

I requisiti per ottenere il bonus zanzariere

Non essendoci, come detto prima, un bonus zanzariere, non è possibile usufruire della detrazione fiscale solo per la sostituzione di singoli componenti ma, con i requisiti giusti, è possibile procedere all’installazione o sostituzione in presenza di altre caratteristiche, ben precise.

Come funziona il bonus per installare la zanzariera
Installazione zanzariera con il bonus- Ilovetrading.it

Le zanzariere che abbiamo acquistato devono rispettare determinati requisiti, ossia quella di possedere una marchiatura CE insieme ad un valore Gtot inferiore a 0,35. Le zanzariere devono necessariamente andare a proteggere una superficie esposta, devono essere fissate stabilmente, applicate all’interno o all’esterno delle finestra o integrata all’infisso e devono essere regolabili.

Il valore più difficile per avere il requisito è il Gtot a 0,35 che è il parametro che serve per determinare la capacità di schermare la luce solare. Un casa schermata è un parametro per il miglioramento dell’efficienza energetica dell’immobile e quindi si ricorrerebbe meno all’uso dei climatizzatori.

Se la zanzariera soddisfa i requisiti sopra descritti, il contribuente ha diritto alla detrazione del 50% delle spese sostenute con una soglia massima di 60.000 euro. Tale limite di spesa prevede: l’acquisto e la rimozione delle vecchie zanzariere insieme al pagamento del professionista per la comunicazione ENEA.
Il contribuente recupera la detrazione in dieci quote annue di pari importo e rientrano in tale detrazione, gli immobili di tutte le categorie catastali purché siano in regola con il pagamento dei tributi. Esclusi invece gli immobili in costruzione.

Il bonus zanzariere spetta alle persone fisiche o giuridiche proprietarie dell’immobile, a chiunque abbia un diritto di godimento sull’immobile. Se si tratta di persone fisiche soggette al pagamento dell’IRPEF, i destinatari sono i proprietari, il nudo proprietario, il comodatario, l’usufrutto, i condomini e l’affittuario.

Il bonus è dedicato anche a soggetti giuridici, con detrazione IRES, tra cui: imprese insieme ad associazioni tra professionisti, a coloro che utilizzano l’immobile per la propria professione, per case popolari ed enti con stessa finalità ed infine, per enti pubblici o privati.

I lavori vanno pagati con bonifico online postale o bancario o con bonifico parlante e si deve conservare la documentazione per almeno 10 anni, soprattutto i seguenti documenti tra cui la copia del bonifico, le fatture e le ricevute, la copia bonifico nonché la documentazione originale inviata all’ENEA, la certificazione fornitore con attestazione rispetto dei requisiti tecnici, la ricevuta invio effettuato all’ENEA e la certificazione del fornitore con scheda tecnica dei componenti.