venerdì, Dicembre 29

Bonus figli piccoli: devi fare subito la domanda online | Approfitta della cifra

Non perdere tempo per il bonus richiedibile allo Stato per i figli piccoli. Una notevole cifra che aiuta la famiglia.

Le famiglie con i figli hanno necessità di bonus per andare avanti nella vita. Sta facendo scalpore la proposta del Governo di uno sgravio fiscale di 10.000 euro per tutti quelli che facciano un figlio. Le polemiche contro questa misura non mancano perché i genitori che hanno paura di mettere al mondo un figlio nutrono questo timore per l’avvenire del fanciullo.

Proroga sul bonus nido per i primi tre anni
Bonus figli piccoli da richiedere subito – ilovetrading.it

Avere un aiuto di 10.000 euro al momento della nascita del bambino può essere qualche cosa di utile, ma se non si ha una ragionevole stabilità che possa consentire di andare avanti per quei 25 anni (presumibilmente) nei quali si dovrà accompagnare il figlio nella vita, questo passo comunque non si farà. Tuttavia esistono bonus già disponibili che possono aiutare la famiglia. L’INPS attraverso i suoi canali ufficiali ha comunicato le novità sul bonus asilo nido.

I nuovi termini per questo aiuto importante per le famiglie

Il messaggio numero 1346 diramato l’11 aprile ha prorogato il termine per la consegna della documentazione della retta dell’asilo nido. La scadenza è stata spostata al 30 giugno 2023 e dunque non scade più il primo aprile. Questo bonus eroga 3.000 euro all’anno per i primi tre anni di vita del bambino si tratta di un rimborso per ogni retta mensile del nido pubblico o privato convenzionato. L’entità del rimborso viene calcolata in base all’ISEE del nucleo familiare.

Proroga INPS per il bonus asilo nido
Bonus figli piccoli, come fare la richiesta – ilovetrading.it

Per i nuclei con redditi più bassi si arriva a 3000 euro complessivi annui e poi si va progressivamente a scendere. Il rimborso viene fruito ogni volta che si carica sul portale dell’INPS il documento che prova il pagamento della retta. Le rette agevolabili con il bonus nido sono 11 perché quella di agosto non è coperta. Ogni famiglia deve conservare la documentazione e la deve produrre secondo le istruzioni del portale INPS.

Termini per il 2022 e per quest’ anno e documenti chiesti online

L’invio telematico può essere fatto attraverso il sito web o l’applicazione dell’INPS. Per chi usufruisce del bonus asilo nido 2023 la data di scadenza è fissata al 31 luglio 2024. Per chi invece usufruisce del bonus 2022, come detto, la data di scadenza è stata spostata al 30 giugno di quest’anno. In ambo i casi la documentazione va comunque conservata. I documenti da presentare sul sito sono le fatture, i bollettini postali o bancari, le informazioni e partita IVA della struttura frequentata dal bebè, il codice fiscale del bambino, il periodo di frequenza, i dati anagrafici del genitore o di chi copre la retta mensile.