giovedì, Dicembre 28

Hai ancora pochi giorni per richiedere questo bonus, vale 1500 euro

Un Bonus dal valore di 1.500 euro ha una scadenza a breve termine. Meglio approfittarne subito per ritrovare l’equilibrio psico-fisico.

Attivo per pochi giorni il Bonus Psicologo 2023, il contributo a copertura delle spese per le sessioni di psicoterapia.

Bonus 1.500 euro chi può richiederlo
Un Bonus da 1.500 euro in scadenza – Ilovetrading.it

Il periodo della pandemia da Covid 19 ha avuto conseguenze negative sulla psiche delle persone. La paura di una malattia mortale, i lockdown, l’interruzione della socializzazione, le perdite affrontate hanno colpito profondamente ognuno di noi. La vita “normale” è stata interrotta improvvisamente e siamo stati catapultati in un periodo di timori, contrasti, ansie. Nemmeno medici e scienziati capaci di dare una risposta a quanto stava accadendo. Litigi in tv, mascherine, contatti da evitare, familiari malati senza la possibilità di sostenerli, parenti e amici che morivano senza potergli dare l’ultimo saluto.

Il peso che abbiamo portato tutti noi ha causato problemi psicologici in molte persone, soprattutto negli adolescenti che si sono ritrovati soli in casa nel momento in cui avrebbero dovuto confrontarsi con gli altri per formare il proprio carattere e la socialità. Il Governo ha pensato di aiutare i cittadini con un Bonus apposito da utilizzare in caso di ansia, fragilità, depressione, stress. Si chiama Bonus Psicologo e ci sono pochi giorni per farne domanda. 

Bonus psicologo, come funziona e chi può richiederlo

Capiamo come funziona il Bonus psicologo, chi può richiederlo e qual è il valore della prestazione. Ricordiamo che si tratta di un contributo volto a coprire le sedute di psicoterapie svolte presso specialisti privati iscritti all’Albo degli psicologi.

Bonus psicologo come funziona
Bonus psicologo, il messaggio dell’INPS – Ilovetrading.it

La misura ha un valore massimo di 1.500 euro e si rivolge ai cittadini con ISEE inferiore a 50 mila euro. Condizione necessaria è soffrire di ansia, stress, depressione o fragilità psicologica. Per poter ottenere il Bonus occorrerà inviare le fatture all’INPS entro il 20 giugno 2023.

L’ente della previdenza sociale ha informato i cittadini, infatti, che le sedute non confermate o confermate ma non complete dei dati di fatturazione a partire dal 21 giugno saranno annullare d’ufficio. Questo perché l’INPS deve procedere con l’individuazione delle risorse residue a disposizione per le graduatorie 2022.

Inoltre, l’ente ha comunicato a chi ne ha diritto l’accoglimento della domanda e il codice univoco assegnato con riferimento al valore economico della prestazione stabilito in base all’ISEE del nucleo familiare di appartenenza. Ricordiamo che la misura deve essere utilizzata entro 180 giorni dal momento dell’accoglimento della domanda. Superando tale lasso di tempo il codice sarà annullato e le risorse riassegnate.

Da qui la necessità di completare l’invio delle fatture entro il 20 giugno (giorno in cui termineranno i 180 giorni indicati dalla normativa). Procedendo come indicato, a partire dalla prima settimana di luglio i nuovi beneficiari potranno prendere visione del provvedimento di accoglimento della domanda, dell’importo assegnato e del codice univoco da comunicare al professionista. Rimane sempre il termine dei 180 giorni per l’utilizzo del beneficio.