Green pass, Mario Draghi firma il nuovo dpcm sulle attività esenti

Dal primo febbraio l’obbligo la certificazione verde sarà richiesta per accedere a una serie di negozi e servizi. In mattinata è arrivata la firma del premier sul decreto che chiarisce per quali attività, ritenute essenziali, non sarà richiesto né la vaccinazione o la guarigione dalla Covid, né l’esito negativo di un test.

Dal 20 gennaio il Green pass base, che si può ottenere con la vaccinazione anti-Covid, il certificato di avvenuta guarigione o il test molecolare o rapido, è necessario anche per recarsi dal parrucchiere e nei centri estetici. Dal primo febbraio, servirà anche per altre attività: servizi bancari e finanziari, ai negozi e ai centri commerciali, agli uffici pubblici (Comuni, Province, Regioni) e ai servizi pubblici.

Il governo ha così chiarito quali sono i servizi a cui si potrà accedere senza mostrare alcuna certificazione. In breve, si tratta di quelle attività legate alle “esigenze essenziali e primarie della persona“, quindi “esigenze alimentari e di prima necessità“; “esigenze di salute” come “l’approvvigionamento di farmaci e dispositivi medici e alle strutture sanitarie” e “veterinarie”; “esigenze di sicurezza“; “esigenze di giustizia“.

Per quel che riguarda l’elenco delle attività, viene indicato il “commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari)”; “commercio al dettaglio di prodotti surgelati”; “commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati”. E ancora, “commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati; “commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari”; “commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)”. “Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati”; “commercio al dettaglio di materiale per ottica”; “commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento”.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.