venerdì, Dicembre 29

5 bonus nuovi o rinnovati che richiedono un ISEE aggiornato: affrettati a chiederli

Attenzione al rinnovo del proprio ISEE. Ci sono alcuni bonus che non puoi richiedere a meno che tu non abbia un ISEE aggiornato al 2023.

Il modello ISEE ha validità per un anno, poi è necessario rinnovarlo per continuare a percepire alcuni bonus oppure richiederne di nuovi. Mentre per alcuni non è necessario rinnovare l’ISEE, ci sono 5 bonus molto importanti per cui il rinnovo è fondamentale.

5 bonus nuovi o rinnovati che richiedono un ISEE aggiornato: affrettati a chiederli
Per ottenere alcuni bonus nel 2023 è necessario rinnovare il modello ISEE – ANSA – ilovetrading.it

Il modello ISEE è il documento che contiene le informazioni sulla situazione economica di un nucleo familiare in un determinato anno. Considerando questo viene facile pensare che la situazione non sia stazionaria nel tempo, anzi, a seconda di quali spese una famiglia si trova ad affrontare e quali e quante entrate arrivano, la situazione economica cambia.

Per questa ragione è necessario ogni anno rinnovare il modello ISEE inserendo i nuovi dati sul documento. Questo serve perché molti bonus tra quelli che richiedono uno specifico livello ISEE per essere ottenuti fanno riferimento al modello ISEE aggiornato all’anno in corso e pretendono i dati aggiornati.

Questo vale sia per i nuovi bonus da richiedere quest’anno presentando un modello ISEE aggiornato, sia per bonus continuativi che vengono riproposti dagli anni passati, ma che necessitano di nuovi dati per essere percepiti di nuovo. Parliamo di bonus importanti come il reddito di cittadinanza o l’assegno unico universale per i figli a carico. Per entrambi questi bonus c’è la necessità di presentare un nuovo documento ISEE all’inizio dell’anno per poter continuare a percepirli.

Presentare il documento ISEE aggiornato per avere ancora i bonus di Stato

Nel caso del reddito di cittadinanza la data di scadenza per la presentazione del documento ISEE prima di perdere il sussidio è il 1 febbraio.

Il documento ISEE ha valore annuale, questo significa che già dal 1 gennaio 2023 il documento ISEE riferito al 2022 non ha più valore.

5 bonus nuovi o rinnovati che richiedono un ISEE aggiornato: affrettati a chiederli
Senza un modello ISEE aggiornato non si possono percepire il reddito di cittadinanza e l’assegno unico – ANSA – ilovetrading.it

Tuttavia per la prima mensilità del reddito di cittadinanza a gennaio 2023 il documento di riferimento è ancora il modello ISEE del 2022. Se al 1 febbraio 2023 non si è ancora rinnovato il modello con i nuovi dati, però, si perde completamente il diritto a percepire il sussidio di Stato.

Il meccanismo è simile anche per l’assegno unico universale per i figli a carico. In questo caso si ha un po’ più di tempo per poter rinnovare il documento ISEE perché questo bonus si rinnova nel mese di marzo, quindi basterà avere il documento pronto entro il 1 marzo del nuovo anno. Se questo non accade, a partire dalla mensilità di marzo il bonus sarà corrisposto nella sua forma minore possibile per il resto dell’anno per poi essere tolto completamente.

Come si rinnova il documento ISEE

Per poter rinnovare il documento ISEE occorre compiere passaggi simili a quelli fatti per compilarlo la prima volta. Da una parte è possibile compilare la DSU e inserire i dati in maniera autonoma nel documento nuovo tramite il portale unico ISEE, disponibile online.

Se non ci si sente abbastanza confidenti per compilare da soli il documento è possibile chiedere il sostegno di un patronato o di un CAF. In questo caso l’operazione ha un costo che viene tuttavia coperto dall’INPS tramite una detrazione fiscale del valore della spesa sostenuta.