venerdì, Dicembre 29

Quasi 400 euro alle famiglie dal Governo: come chiedere il nuovo aiuto sociale

Una boccata d’ossigeno in arrivo nel mese di luglio per migliaia di famiglie: ecco chi potrebbe ricevere la nuova social card da quasi 400 euro

Ogni bonus ed incentivo, in tempi economicamente difficili come quelli che stiamo vivendo, rappresenta una boccata d’ossigeno per tantissime famiglie costrette a fare i conti in tasca al centesimo per arrivare alla fine del mese. In questo contesto c’è una novità importante in arrivo nel mese di luglio, un nuovo aiuto che potrebbe aiutare un ampio numero di persone.

Una card da 382 euro per migliaia di famiglie italiane: chi ne ha diritto
Card da 400 euro per fare la spesa, come viene erogato il bonus (Ilovetrading.it)

Non stiamo parlando né del reddito di cittadinanza, né dei nuovi strumenti economici che progressivamente andranno a rimpiazzarlo, bensì di una ‘social card’ del valore di quasi 400 euro. Lo ha annunciato il governo Meloni introducendo questa misura nella legge di Bilancio approvata ad inizio 2023.

Una card da 382 euro per migliaia di famiglie italiane: chi ne ha diritto

Si tratta di una carta di risparmio spesa del valore di 382 euro, ufficialmente operativa a seguito della pubblicazione del Decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale. Pensata per chi ha davvero bisogno di un aiuto economico, sarà pertanto riservata solo a specifiche categorie: la card è ricaricabile e si differenzia dalla carta acquisti che destina a famiglie con over 65 o minori di tre anni una somma di 40 euro mensili.

Bonus da 400 euro, le prime famiglie lo riceveranno da luglio 2023
Il bonus è previsto dalla legge di bilancio 2023 (Ilovetrading.it / Fonte ansa)

Consentirà di acquistare beni di prima necessità, insomma fornirà un sostegno concreto per poter fare la spesa e andrà alle famiglie con residenza necessariamente in Italia e, soprattutto, con un ISEE, in corso di validità, inferiore ai 15mila euro. Con ISEE ‘in corso di validità’ si fa riferimento al documento in scadenza a dicembre 2023 relativo a redditi e patrimoni del 2021, poiché un modello precedente a questo non sarà considerato un requisito valido ad eccezione di quello corrente (purché ancora valido a luglio).

Attenzione però: la misura si intende erogabile fino ad esaurimento dei fondi disponibili pertanto pur essendo rivolta alle famiglie bisognose, si andrà a guardare il valore dell’ISEE dando priorità ai nuclei che lo avranno più basso, valutando anche la composizione del nucleo stesso. Per esempio si darà priorità alle famiglie con minori ed invalidi e a quelle numerose. Come specificato in precedenza, l’importo sarà di 382 euro e, importante, verrà erogato una tantum in un’unica soluzione.

Non andrà presentata domanda

A rendere la procedura ancor più snella vi è il fatto che molto probabilmente non sarà necessario presentare alcuna domanda perché verrà erogato in automatico. La comunicazione dovrebbe arrivare direttamente dall’Inps ad ogni Comune e saranno i comuni stessi a stilare le graduatorie degli aventi diritto in base al numero delle carte che verranno loro assegnate. Per poi convocare i beneficiari per consegnare loro la card a partire dal mese di luglio.