Chiara Ferragni, la risposta piccata del sindaco di Milano: parole al vetriolo

Chiara Ferragni solleva il problema della sicurezza a Milano. Il sindaco Beppe Sala risponde piccato: le sue parole

Chi, prima o poi, non si è lamentato delle istituzioni della propria città? Una cosa comune ai cittadini italiani, che per motivi diversi vorrebbero che le più svariate questioni venissero trattate in modo diverso. Quando a farlo, però, è uno dei personaggi più influente del paese il risultato non può che essere un vero polverone. Le recenti dichiarazioni fatte da Chiara Ferragni su Milano, città dove è cresciuta e tutt’ora vive, non hanno certo lasciato indifferenti e hanno portato l’attenzione sulla tematica sollevata dalla fashion blogger.

chiara ferragni 16072'22 (1)
Chiara Ferragni (Screenshot Instagram)

La Ferragni ha infatti in un lungo post sui social denunciato quella che a suo dire è la poca sicurezza delle vie di Milano. “Sono angosciata e amareggiata dalla violenza che continua ad esserci a Milano” ha scritto l’imprenditrice digitale in una storia sul suo seguitissimo profilo Instagram, dove è seguita da quasi 30 milioni di follower. “Ogni giorno ho conoscenti e cari che vengono rapinati in casa, piccoli negozi al dettaglio di quartiere che vengono svuotati dell’incasso giornaliero, persone fermate per strada con armi e derubate di tutto” ha detto allarmata. La Ferragni non è nuova ad utilizzare la sua visibilità per portare l’attenzione su temi di carattere sociale, come avvenuto in questo caso. “La situazione è fuori controllo. Per noi e i nostri figli – ha chiuso – abbiamo bisogno di fare qualcosa. Mi appello al nostro sindaco Beppe Sala“. Il suo appello, come prevedibile, non è caduto al vento, ed è stato prontamente portato proprio all’attenzione del primo cittadino di Milano.

Chiara Ferragni, polverone per le parole sulla sicurezza di Milano: la risposta di Sala

Il sindaco Sala non sembra avere particolarmente apprezzato le dichiarazioni di Chiara Ferragni. La risposta del sindaco alla sua cittadina è stata piuttosto secca. “Alla Ferragni non rispondo” ha tagliato corto Sala “Non condivido quello che dice, però sono opinioni. Le risposte sono sempre attraverso il lavoro” ha detto. “Lavoreremo ancora di più” ha promesso. “Non condivido quello che dice” ha ribadito” ma capisco che sia un tema delicato e sensibile per la città. E’ un periodo difficile. Cercheremo di fare sempre di più” ha detto, ribadendo che comunque la sicurezza è una questione che fa capo anche al ministero. “Non la considero una situazione drammatica, ma degna di attenzione” ha chiarito, confermando che ci saranno nuovi incontri per fare il punto della situazione.

Le grandi polemiche e strumentalizzazioni politiche in seguito allo sfogo hanno portato anche Chiara Ferragni ad intervenire di nuovo sui social e a placare gli animi. “Sono onorata e orgogliosa che Beppe Sala confermi di essere ancora di più al lavoro sul tema sicurezza a Milano, la sua attenta e pronta risposta rafforza la fiducia che ho nelle istituzioni” ha scritto “Il mio sfogo è stato quello di una cittadina privilegiata che vuole dare voce a un sentimento ormai diffuso a Milano e figlio di diverse esperienze personali” ha continuato “Mi dispiace se le mie parole hanno causato strumentalizzazioni politiche e divisionismi che non mi appartengono. Credo in una collaborazione costruttiva e concreta perché anche se si hanno opinioni diverse, poi ci accorgiamo di avere a cuore sempre il bene comune”.

Questo articolo proviene da Bloglive.it

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.