giovedì, Dicembre 28

“Abbiamo resistito grazie ai nostri telespettatori”

Visualizzazioni dell’articolo: 0

ddl zan luciana littizzetto contro il senato abbiamo perso loccasione di far sentire tutti uguali e rispettati

“Eccoci arrivati alla fine della nostra relazione”. Esordisce così, Luciana Littizzetto, nel suo ultimo monologo a Che Tempo Che Fa targato Rai, che dedica proprio alla tv di Stato con una lettera di saluti. “Cara Rai“, dice. Continua:

E’ finita, non abbiamo superato la crisi del settimo Governo. Pensare che la prima volta che mi hai assunto c’era la destra, si parlava di condoni, il mondo era in guerra… Quante cose sono cambiate da allora, eh?!”

“Che peccato andare via proprio adesso che in guardiola hanno imparato a scrivere il mio cognome”, aggiunge. Parla anche al plurale e lo fa quando con orgoglio difende e ricorda il successo di vent’anni di Che Tempo Che Fa, trascorsi per la maggior parte a Rai 3 (due anni a Rai 1 e uno a Rai 2): “Abbiamo resistito soprattutto grazie ai milioni di telespettatori che ci hanno voluto bene e anche al nostro impegno, ma non grazie ad altro; questo lo dico a muso duro e con orgoglio“.

Luciana Littizzetto e la sua lettera. Il riferimento a Matteo Salvini

La Littizzetto continua così la sua lettera:

“Grazie a Fabio di tutti questi anni insieme. L’unico presentatore che se fa pessimi risultati gli danno addosso e se ne fa di ottimi gli danno addosso il doppio. Cara Rai, non dimenticarti mai che il servizio pubblico è di tutti, di quelli che la pensano come chi governa ma anche di quelli che pensano il contrario, e persino di quelli che non sono andati a votare. Di chi va e di chi resta, di…

Leggi l’articolo completo su Gossipstyle.it