venerdì, Dicembre 29

Sara Tomasi parla della malattia a Le Iene: “Non si guarisce ma…”

Con il suo monologo a Le Iene Sara Tomasi ha commosso tutti, cosa ha detto sulla malattia e sulla droga, ecco come sta oggi dopo le cure

Ospite a Le Iene nella puntata andata in onda martedì 31 gennaio 2023 su Italia Uno Sara Tomasi è tornata a parlare della malattia che in passato le ha cambiato la vita e l’ha spinta a fare cose che non avrebbe mai fatto. È stato molto difficile riuscire ad accettarla e affrontarla, oggi però sta bene ed è felice con la sua splendida famiglia.

Sara Tomasi monologo Le Iene
Sara Tomasi monologo a Le Iene (Screenshot video Mediaset)

Il grave disturbo bipolare le è stato diagnosticato 11 anni fa, lei non si sentiva malata e non voleva essere, in quel periodo aveva successo e non voleva essere vista come una perdente. Ha spiegato che quando soffri di questa malattia puoi non capirlo, gli altri però si accorgono del cambiamento.

Decise di negare la malattia, rifiutando sia l’aiuto della sua famiglia che le cure, permettendo a persone sbagliate di approfittarsi di lei. In quel periodo iniziò ad assumere droga, una ‘striscia’ era la sua medicina, ciò di cui aveva bisogno per stare meglio. Non era certamente in lei, è finita anche sul set di un film hard senza nemmeno capire come è successo. Durante il suo monologo Sara Tomasi ha poi rivelato che ad oggi in molti non hanno ancora capito che è lei la vittima in tutta quella storia, non era se stessa in quel difficile momento della sua vita.

Sara Tomasi a Le Iene, rivelazioni sulla malattia e su come l’ha affrontata, ecco cosa ha detto

Sara Tomasi Le Iene ha raccontato di aver capito che doveva farsi aiutare durante un momento di lucidità. Da quel momento ha raccolto i pezzi della sua identità, prima lo ha fatto con sua madre e poi con il marito, per riscostruire giorno dopo giorno il puzzle.

Ci ha tenuto a precisare che dal bipolarismo non si guarisce mai del tutto, ma a detta sua si può vivere una vita felice. Si è poi rivolta a tutte quelle ragazze che le scrivono e che si sono riconosciute nella sua storia dicendo che non devono concentrarsi su quelle che la malattia ha tolto loro ma su ciò che ha lasciato.

Sara Tomasi ha poi aggiunto: Curatevi con i farmaci e con l’amore, la malattia non possiamo farla sparire, ma possiamo affrontarla.” Ha poi concluso dicendo che non può far sparire dalla sua vita nemmeno quel brutto periodo però oggi se lo lascia per sempre alle spalle. Oggi vuole vivere al sole e dimenticare il buio, vuole ricominciare da se stessa.